Dopo la chiusura della Scuola Calcio, magistralmente diretta dal Prof. Eugenio Toti con il lavoro di tutti i tecnici e dirigenti che si sono impegnati in questa stagione sportiva confermando i risultati che sono semplicemente la logica conseguenza della passione e della competenza che hanno sempre contraddistinto i risultati del Club di Paolo Fiorentini, iniziamo da subito a programmare la stagione sportiva 2019-2020.

Come Direttore Sportivo avrò un’attenzione particolare alle attività della Scuola Calcio per la quale stiamo mettendo in cantiere delle nuove iniziative.

Il 2019 è l’anno della Coppa del Mondo di calcio femminile che si svolge in Francia e dove sta facendo una splendida figura la squadra azzurra. Il calcio femminile sta diventando nel nostro Paese, grazie anche alle scelte strategiche delle Figc, una grande realtà sportiva. Il Savio vuole aprire ancora più decisamente (erano già aperte) le porte del proprio club al calcio femminile e la Scuola Calcio può rappresentare un primo contatto tra le giovani calciatrici che hanno tifato e ammirato le fantastiche calciatrici azzurre e giocare allo sport più bello del mondo: il calcio.

Il calcio, o football come lo chiamano nel resto del mondo, lo possono giocare tutti e tutte senza distinzione di sesso, di razza, di religione e a tutte le età (acciacchi permettendo). E il Savio, come sempre, vuole essere protagonista nella costruzione degli atleti degli uomini e delle donne di donne di domani. Forza Ragazze il Savio vi aspetta. La Scuola Calcio è aperta a tutti.

 

Il Direttore Sportivo

Enrico Fabbro

 

fotosc.jpg

Il COERVER COACHING.coerver-coaching

E’ una metodologia didattica d’insegnamento del gioco del calcio. Attraverso lo sviluppo delle capacità coordinative nate in Olanda negli anni ’80, all’interno di uno dei più importanti settori giovanili del mondo quale quello dell’Ajax. Nel corso degli anni è diventato uno dei più rispettabili programmi d’insegnamento utilizzato da federazioni nazionali, club professionistici, star del calcio e allenatori di altissimo livello.

Complimenti al gruppo 2006 di Alessio Cervelli che hanno conquistato il primo posto nel trofeo "Don Ulisse Parmegiani", giunto alla tredicesima edizione. I blues hanno avuto la meglio sugli avversari ai calci di rigore (5-3), dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sull'1-1. Un grande soddisfazione che premia gli sforzi compiuti in questo inizio di stagione, per il Savio un'altra coppa da mettere in bacheca.

 

4f872d08-a7dd-4394-9fc8-0ae431632649.jpg