Si è svolta oggi pomeriggio l'amichevole di prestigio tra Savio e Bologna. Presso il centro sportivo del club falsineo si sono affrontati i due gruppi 2005. Per la formazione di Emiliano Pontesilli, che viene dal successo in casa della Viterbese, un buon test in vista della partita casalinga di sabato prossimo contro la Lodigiani.

IMG-20190228-WA0015.jpg

Pur non brillando, il team di Pontesilli riesce ad avere la meglio sui pontini 

La doppietta di Moretti tutta nel secondo tempo, decide il match del Savio contro la Polisportiva Carso. Due a zero, dunque, il finale di una gara ancora tutta da giocare. Il Savio non riesce a costruire gioco, a far girare palla contro un avversario tecnicamente e fisicamente inferiore. Tutto chiuso nella propria metà campo, il Carso tenta solo la chiusura sull’uomo, ostruendo come può ai tentativi del Savio di riuscire a filtrar palla.

Il Savio vince e convince, contro un Certosa ben organizzato e che ha dato del filo da torcere ai ragazzi di Pontesilli. 

CERTOSA 0


SAVIO 2

CERTOSA Damiano 6.5, Panella 6, Toti 7(29’pt Verri 6), Gjeka 6, D’eustacchio 6.5 (7’st Mazza 5.5), Ciambellari 5.5 (30’st Suppa 6), Demofonti 5.5, Di Bari 6, Maregrande, Miglio 5.5(13’st Dappelo), Albanesi 7(31’st Di Mario) PANCHINA Di Stefano, Durante. ALLENATORE Bordacconi.


SAVIO Maroncelli 7, Nastasi 6, Moretti 6.5, Scorzoni 7 (30’st Sanna), Galassini 6 (17’st Pezzo), Salvatore 7, Spataro 7 (26’st Proletti), Scognamiglio 6, Ferrante 6.5 (5’st Kammos), Pesarin 6.5 (15’st Santucci), Belardi 7.5. PANCHINA Orsillo, Sabatini. ALLENATORE Pontesilli.


MARCATORI 24’st e 26’st Belardi

NOTE Ammoniti Dappelo, Pesarin, Salvatore Rec. 2’st

porteri

Fonte: www.gazzettaregionale.itsavio-aprilia 

Bella vittoria del Savio che sogna ancora i playoff. Partenza di fuoco da parte dei padroni di casa che al 2’ sono già in vantaggio con il gol di Ferrante, abile a sfruttare un errore del portiere ospite Ungarelli e a mettere in rete a porta sguarnita. Aprilia che accusa e Savio che ne approfitta andando in rete altre due volte nel giro di un minuto. All’8’ è Spataro a portare i suoi sul 2-0 con un pregevole diagonale da fuori area che va a spegnersi sotto l’incrocio dei pali. Al 9’ tocca ancora a Ferrante aggiornare il tabellino, destro secco dall’interno dell’area e gol del 3-0 e doppietta personale. Partita che a questo punto sembra andare in archivio con l’Aprilia che reagisce e accorcia le distanze al minuto numero 24 grazie a Lauri che batte Orsillo direttamente su calcio di punizione, approfittando anche di una deviazione in barriera. Otto giri di lancette dopo è ancora Lauri ad andare in rete per l’Aprilia, bravo a sfruttare una mischia susseguente ad azione da calcio d’angolo e a mettere in rete la palla del 3-2. Match che a questo punto viene definitivamente riaperto. Ad inizio ripresa è lo scatenato Ferrante a dare la sterzata definitiva alla partita. Sono passati appena quattro minuti quando il giovane bomber di casa raccoglie un ottimo assist di Belardi e batte Ungarelli, firmando così la sua tripletta personale e fissando il risultato sul 4-2. Da questo momento in poi la partita si spegne, il Savio controlla agevolmente il doppio vantaggio e l’Aprilia non riesce più a rendersi pericolosa, con il risultato che non cambierà più.

panchinaFonte: www.fuoriareaweb.it

La tripletta di Coccia manda la Lodigiani in paradiso.

Era la partita che tutti attendevano, il big-match dei piani alti, il gran ballo delle debuttanti. Savio e Lodigiani, rispettivamente al terzo e secondo posto del girone B, si giocavano al Vianello gran parte della stagione. Col Frosinone in crisi e il Tor di Quinto che doveva cercare di uscire indenne dallo scontro con la Roma capolista, alla vigilia del match il destino sembrava essere nelle mani delle due contendenti. Il destino si è rivelato poi essere nelle mani, o meglio, nei piedi, del bomber biancorosso Coccia, autentico mattatore di giornata, che con tre lampi ha oggi guidato la sua squadra verso le fasi finali e stroncato sul nascere il sogno play-off del Savio. I blues sono in un ottimo momento di forma, reduci dal gran balzo di settimana scorsa che in un colpo solo li ha proiettati dalla quinta alla terza posizione, sinonimo di fasi finali. Mister Pontesilli schiera i suoi con il 4-3-3. Davanti a Maroncelli, giocano i due esterni bassi Valleri e Moretti, al centro Galassini e Salvatore. Oggi tutta la retroguardia avrà un gran da fare nel provare a contenere Coccia. A centrocampo ci sono Scognamiglio, Scorzoni e Pesarin. Davanti Santucci e Ferrante non incidono, l’unico a salvarsi è Spataro. Mister Santucci, da par sua, vuole blindare definitivamente il secondo posto e si affida ai migliori.