L’undici di Bolic torna a due lunghezze dalla zona play off. Rete decisiva di Falconieri.

bolic alessandroSAVIO Pirinu 5.5, Liviello 6, Carbone 6, Di Domenicantonio 6 (40’st Panetta sv), Tomei 6.5, Laurenzi 5.5(16’st Salvati 5.5), Vecchiotti 6, Falconieri 6.5, Abruzzetti 6.5(27’st Lorenti), Passeri 6, Valente 6.5 PANCHINA Armenia, Grossi, Ricci, Bicari ALLENATORE Bolic

FORTITUDO ROMA Funaro 6.5, Conti 6, Della Portella 5.5(1’st Grifoni Lo. 6), Stufa 5.5(1’st Grifoni Le. 5.5), Colapietro 6(3’st Agnoletto 6), Vespa 6.5, Tesse 5.5(1’st Felemou 5.5), Izzi 6.5(24’st Modestini 6), Rotella 6.5, Mangano 6.5, Pantani 5 PANCHINA Tordella ALLENATORE Izzi

MARCATORI Tomei 23’pt (S), Rotella 33’pt (F) su rig., Falconieri 39’pt (S)

ARBITRO Giordani di Aprilia

NOTE Espulsi Vespa (F) al 41’st per proteste, Modestini (F) al 47’st per fallo di gioco, Grifoni Le. (F) al 50’st per comportamento scorretto

Ammoniti Colapietro, Vecchiotti, Conti, Mangano, Falconieri, Della Portella, Passeri

Vittoria numero 13 per il Savio di mister Bolic che chiude col finale di 2 a 1 il match casalingo contro la Fortitudo. Gara ostica per i padroni di casa del “Raimondo Vianello” che ingranano con difficoltà contro un avversario fisico e di carattere. Dopo i primi giri di cronometro giocati a centrocampo, tocca ai padroni di casa provare ad offendere.

Lo fanno su calcio di punizione come quello battuto al 3’ da Di Domenicantonio. Sulla respinta di Funaro, Falconieri guadagna il primo corner. Laurenzi dalla bandierina per la respinta di Colapietro, Di Domenicantonio recupera, ma Funaro respinge ancora. Al 7’ tocca alla Fortitudo. Ottima giocata di Mangano per Izzi ma anche Pirinu si fa trovare pronto sulla traiettoria. La Fortitudo è ben messa in campo e per i blu non è facile trovare gli spazi giusti. All’11’ ci prova Di Domenicantonio con un rasoterra di facile presa per l’attento Funaro. Ancora un cambio di fronte e Fortitudo in avanti con Rotella. Al 20’ la prima vera palla gol del match è per i padroni di casa. Triangolazione Passeri, Di Domenicantonio a servire Abruzzetti per la respinta di Funaro. Vecchiotti recupera serve Passeri che manda fuori. Passano solo 3’, però, e il Savio si porta in vantaggio. Buon pallone di Laurenzi per Vecchiotti e Vespa devia in angolo. Corner di Laurenzi e Tomei, di testa, fa centro. 1 a 0. Al 32’ ancora angolo per il Savio. Stavolta alla battuta va Di Domenicantonio che prova il tiro a giro. Funaro, fra i migliori in campo, respinge ancora una volta favorendo la ripartenza dei suoi. Contropiede della Fortitudo e Rotella, appena dentro l’area si libera di Falconieri ma viene fermato fallosamente da Vecchiotti. Non ci sono dubbi. Calcio di rigore per la Fortitudo e lo stesso Rotella, dagli undici metri, ripristina la parità. La gara continua su ritmi alti e il Savio recupera il pallino del gioco. Di Domenicantonio prova a lanciare prima Abruzzetti, poi Passeri e su quest’ultimo arriva la chiusura in angolo. Sugli sviluppi del corner Di Domenicantonio pesca Abruzzzetti in ottima posizione. Funaro piazzatissimo respinge, ma nulla può sulla ribattuta in rete di Falconieri. 2 a 1. Questo il finale del primo tempo e del match, con i secondi 45’ in cui succede davvero ben poco, tranne nell’ultimo quarto d’ora quando la Fortitudo accelera il ritmo, peccando di qualche fallo di troppo e per questo, costretta a chiudere in 8 una gara che, diversamente, avrebbe potuto provare a pareggiare contro un Savio in appannaggio nella seconda fase del match.